MET (Mindful Effective Teaching)

è un modo consapevole ed efficace di insegnare

Faciliti l’apprendimento consapevole ed efficace

Impara efficacemente

Insegnando efficacemente ed in consapevolezza faciliti, in chi apprende, un apprendimento efficace e consapevole.

more

L’obiettivo di ogni insegnamento dovrebbe essere quello di favorire un apprendimento che ha le caratteristiche di un MEL. Per favorire tali caratteristiche, come la auto-regolazione, la motivazione, l’intelligenza emotiva, l’uso di tecniche e strategie di studio efficaci, è importante che insegnando sviluppiamo a nostra volta alcune abilità. I corsi MET ci consentono di acquisire queste abilità: impariamo a saper ascoltare chi apprende e ad aver fiducia nelle sue capacità e quindi a lasciare spazio alla sua auto-regolazione, sviluppiamo la nostra intelligenza emotiva e così aiutiamo chi apprende ad entrare in contatto con le proprie emozioni e a gestirle, impariamo a facilitare gruppi e team di apprendimento migliorando in chi apprende le sue abilità relazionali, impariamo le tecniche e le strategie di insegnamento che favoriscono quelle dello studio di chi apprende.

Leggi di più sull’insegnamento.

Sei appassionato e motivato alla tua missione

Impara efficacemente

Per insegnare in maniera consapevole ed efficace alimenti la tua passione e la tua motivazione alla missione.

more

Insegnare qualcosa a qualcuno è un’attività piena di ispirazione e bellezza, che possiamo percepire come una missione, ma anche molto difficile e stancante. La stanchezza e la frustrazione per le difficoltà incontrate possono generare avversione. Per fronteggiare questa avversione è molto importante sentirci appassionati e motivati al nostro lavoro. La passione e la motivazione sono legate alla possibilità che ci diamo di avere un approccio olistico nel nostro insegnamento, come quello concepito nel MET, dove teniamo conto anche della dimensione emotiva e motivazionale nostra e di chi apprende. Per connetterci o riconnetterci con la nostra passione e motivazione per l’insegnamento è necessario creare, nel contesto in cui insegniamo, un clima favorevole in cui il feedback di chi apprende ci insegna qualcosa, la gioia di chi apprende nutre la nostra passione, la buona qualità dell’apprendimento che facilitiamo nutre la nostra motivazione.

Leggi di più sull’insegnamento.

Coltivi il tuo benessere psicologico e fisico

Sviluppa te stesso

Per insegnare in maniera consapevole ed efficace gestisci lo stress e coltivi il tuo benessere psicologico.

more

È molto importante divenire consapevoli che lo stress è quanto di peggio possiamo portare in una classe o in generale in qualsiasi tipo di setting formativo. Lo stress, la stanchezza e il disagio emotivo ci chiudono e non ci consentono di ascoltare e stare in empatia con chi apprende. Perdiamo la passione e la motivazione e viviamo l’esperienza dell’insegnamento come una esperienza di grande disagio, la presenza viene meno e desideriamo solo allontanarci il prima possibile dal quel contesto che ci genera disagio. È importante pertanto che ci prendiamo cura di noi stessi e del nostro benessere psicologico. È quindi necessario introdurre nella propria vita degli spazi di cura: yoga, meditazione, sport, relax, psicoterapia…. I corsi MET mettono al centro la cura di noi stessi e ci indicano gli strumenti per realizzarla.

Leggi di più sull’insegnamento.

Diventa un ME Teacher

ME teacher

Sarai efficace con la tua aula. 

Saprai facilitare efficacemente i tuoi gruppi.

Saprai insegnare come si lavora in maniera efficace.

Aumenterai l’entusiasmo e la motivazione.

Favorirai un apprendimento MEL. 

Saprai insegnare ai tuoi figli.

Riuscirai a regolare le tue emozioni. 

Riuscirai ad accettare di non sapere.

Riuscirai a coltivare il tuo benessere psichico.

Saprai ascoltare ed accogliere.

Saprai mettere da parte le tue aspettative.

Saprai imparare insegnando.

Ti offriamo corsi innovativi 

Le abilità che alleniamo nei nostri corsi

La “presenza” e la consapevolezza

La consapevolezza

La consapevolezza è una risorsa disponibile in ognuno di noi. Basta allenarla. È una capacità che ognuno può sviluppare nel tempo in maniera sempre più stabile e accurata e che procura molti effetti benefici. Tali benefici sono fondamentali per sviluppare un insegnamento efficace basato sulla qualità della propria presenza. Quando insegniamo portiamo in classe ciò che noi siamo attraverso la nostra presenza. La “teaching presence” può essere definita da una serie di qualità: avere un cuore aperto che sa ascoltare gli altri, essere presenti nel setting formativo essendo aperti a tutto ciò che sorge, essere capaci di osservare il proprio comportamento ed avere la capacità di riconoscere le proprie emozioni e saperle regolare, riuscire a definire delle regole che è possibile ed accettabile rispettare.

I corsi MET propongono la pratica mindfulness che mira ad accrescere la capacità di essere consapevoli nel momento presente e a coltivare la propria presenza.

La regolazione delle emozioni

Le emozioni

In una visione olistica dell’insegnamento-apprendimento in cui è coinvolta la mente e il cuore e lo spirito, le emozioni giocano un ruolo importante. In letteratura è dimostrato che la valenza delle emozioni condiziona fortemente l’efficacia dell’apprendimento. L’intelligenza emotiva di chi insegna può aiutare la gestione delle emozioni di chi apprende. Nell’insegnamento è molto importante essere consapevoli delle proprie emozioni per poi saperle controllare e trasformare. Spesso nel setting formativo portiamo con noi emozioni come rabbia, frustrazione, noia, stanchezza, risentimento, oppure preferenze e avversioni. Se non siamo consapevoli delle emozioni non possiamo gestirle in classe e non possiamo creare empatia con chi apprende, molto importante per un efficace apprendimento.

I corsi MET allenano la capacità di gestione delle emozioni attraverso l’impiego della mindfulness.

L’ascolto “attivo” e l’accoglienza

L'ascolto attivo

Come possiamo insegnare in maniera efficace se non sappiamo ascoltare? Per facilitare un apprendimento di qualità è fondamentale capire o sentire dove si trova chi apprende. Solo in questo modo possiamo raggiungerlo e aiutarlo a fare alcuni passi fuori della sua zona di confort per migliorare e trasformare il suo modo di apprendere. L’accoglienza serve a creare uno spazio aperto che sia anche di protezione per chi apprende. In questo modo riusciamo a creare relazioni significative con i nostri studenti. Insegnando impariamo solo se sappiamo ascoltare ciò che chi apprende ha da dirci. In questo modo possiamo apprendere di noi, del nostro modo di insegnare, o perfino di un nuovo modo di concepire la materia che insegniamo.

I corsi MET allenano la capacità di ascoltare ed accogliere ciò che ascoltiamo attraverso l’impiego della mindfulness.

L’uso di strategie di insegnamento

Le strategie

Per insegnare non basta raccontare ciò che si sa. Per promuovere e facilitare un apprendimento ME è necessario utilizzare tecniche e strategie di insegnamento efficaci che entrano in risonanza con le tecniche e le strategie di studio efficaci di chi apprende. È molto importante lasciare spazio all’auto-regolazione dello studente e quindi utilizzare metodi come la flipped classroom e incoraggiare un apprendimento di tipo attivo, favorire la condivisione del sapere proponendo lavori di gruppo, promuovere l’auto-testing e l’auto-monitoraggio creando quiz e simulazioni, aiutare nello sviluppo delle capacità metacognitive, programmare gli impegni e insegnare a farlo, favorire l’uso di tecniche di studio come, ad esempio, le mnemotecniche.

I corsi MET introducono i partecipanti alle strategie e tecniche proposte e sperimentate in letteratura.

Per chi è il MET?

Il MET è per chi insegna

 

I corsi MET sono rivolti a tutti quelli che insegnano e desiderano facilitare un apprendimento efficace e consapevole, preservando la passione e la motivazione per l’insegnamento e il proprio benessere psicologico.

Chi insegna all’università.

Chi educa.

Chi forma risorse umane in aziende e organizzazioni.

Chi insegna a scuola.

Chi insegna yoga.

Chi insegna la pratica della meditazione.

Chi fa il coach.

Chi ha figli a cui insegnare.

Chi facilita i gruppi.

Chi vuole facilitare un apprendimento ME.

Chi insegna come si lavora.

Chi vuole insegnare qualcosa a qualcuno.

L’albero del MET

Cosa è il MET